Consulenza ed Assistenza

Consulenza ed assistenza in merito a cartelle di pagamento e riscossione, fermo ed ipoteche, pignoramneti presso terzi

L'intimazione di pagamento deve indicare le modalità di calcolo e le percentuali degli interessi - CTR BARI 176/11/15

Link a questo post
Con la sentenza n.176 del 29/01/2015, la Commissione tributaria regionale di Bari ha accolto le eccezioni del contribuente che lamentava la cripticità degli interessi richiesti con l'intimazione di pagamento.
Sul punto, i giudici di appello hanno avuto modo di affermare che l'intimazione di pagamento che si limiti a riportare l'importo complessivo a titolo di interessi, senza che siano indicati i criteri di calcolo e le relative percentuali, rappresenta una violazione del diritto di difesa.
Inoltre, trattandosi di elementi essenziali
dell'atto esattivo, la mancata esplicitazione dei suddetti criteri integra, altresì, una violazione dell'obbligo di motivazione previsto dall'art. 7 della L. 212/2000.
Nel caso di specie, infine, il Collegio regionale ha sottolineato che l'assenza dei criteri di calcolo e delle percentuali  degli interessi è ancor più lesiva dei diritti del contribuente laddove gli interessi e le competenze ingiunte si riferiscono a periodi d'imposta vecchi di oltre 10 anni.