Responsabilità solidale del coniuge per la dichiarazione congiunta dei redditi – Corte di Cassazione sentenza 12 febbraio 2014, n. 3129

18622_s_ingegneri_L A norma dell'art. 17 della legge 13 aprile 1977, n. 114, ove i coniugi abbiano presentato dichiarazione congiunta dei redditi, gli accertamenti in rettifica sono effettuati a nome di entrambi in quanto i coniugi medesimi "sono responsabili in solido per il pagamento dell'imposta, soprattasse, pene pecuniarie ed interessi iscritti a ruolo a nome del marito", e che, secondo la giurisprudenza della stessa Corte di Cassazione, la responsabilità solidale dei coniugi che abbiano presentato dichiarazione congiunta dei redditi "per il pagamento dell'imposta, soprattasse, pene pecuniarie e interessi iscritti a ruolo a nome del marito", prevista dall'art. 17, ultimo comma, della legge 13 aprile 1977, n. 114, vale anche per gli accertamenti dipendenti da comportamenti non riconducibili alla sfera volitiva e cognitiva di entrambi, in quanto conseguenti ad atti di accertamento in rettifica condotti esclusivamente nei confronti di uno solo di essi (v. cass. n. 9209 del 2011).

Nessun commento: