La notifica del ricorso nel processo tributario

approfondimento[1] Ai sensi dell’art. 16 D.Lgs. 546/92, la notifica del ricorso introduttivo può avvenire con tre diverse modalità:
1) A MEZZO DELL'UFFICIALE GIUDIZIARIO: è la classica tipologia di notifica che viene eseguita con l'intermediazione dell'ufficiale giudiziario al quale andrà consegnato un originale del ricorso più tante copie quanti sono i destinatari.
2) A MEZZO POSTA: in tale ipotesi la notificazione può essere fatta direttamente dal contribuente a mezzo del servizio postale mediante spedizione del ricorso in plico senza busta (c.d. alla francese) raccomandato con avviso di ricevimento, sul quale non vanno apposti segni o indicazioni dai quali possa desumersi il contenuto dell'atto (art. 16, comma 3, D.Lgs. n. 546/1992). Qualunque notificazione a mezzo del servizio postale si considera perfezionata nella data di spedizione, pertanto la ricevuta di spedizione riveste particolare rilevanza giacchè da tale data decorrono anche i 30 giorni che il ricorrente ha a disposizione per iscrivere la causa a ruolo.
3) MEDIANTE CONSEGNA DIRETTA: la notificazione può essere eseguita direttamente dal contribuente mediante consegna dell'atto a mani dell'impiegato addetto all'ufficio (protocollo) dell'ente impositore nei cui confronti è proposto il ricorso. L'impiegato che riceve l'atto ne rilascia ricevuta che andrà a sua volta inserita nel fascicolo di parte al momento dell’iscrizione a ruolo presso la cancelleria della commissione tributaria provinciale.
Note: in caso di notifica a mezzo Ufficiale Giudiziario, la copia del ricorso verrà consegnata ai destinatari mentre l’originale verrà restituito al contribuente. Al contrario, nel caso di notifica in proprio (a mani o tramite le poste), l’originale del ricorso sarà consegnato all’Ufficio impositore mentre il contribuente dovrà depositare, al momento dell’iscrizione a ruolo, una copia del ricorso attestando in calce al medesimo che si tratta di copia conforme all’originale notificato.
Esempio di attestazione di conformità: il sottoscritto avv. Nicolavito Poliseno attesta, ai sensi dell’art.22 c.3 del D.Lgs.546/92, che il presente ricorso è conforme all’originale notificato all’Agenzia delle Entrate, direzione provinciale di Bari, mediante consegna diretta (oppure: mediante spedizione di plico senza busta raccomandato con avviso di ricevimento)
Data e firma





Nessun commento: