Proposizione ricorso: la sospensione per l’adesione all’accertamento è cumulabile con la sospensione feriale

Per quanto concerne la sospensione del termine per la proposizione del ricorso tributario, è legittimo il cumulo tra la sospensione di 90 giorni concessa a seguito della domanda di accertamento con adesione e l’ulteriore sospensione di 46 giorni prevista per il c.d. termine feriale.
Questo quanto sancito dai giudici della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione secondo cui il cumulo è possibile in virtù del fatto che “di tali diversi periodi di sospensione dei termini, la società contribuente aveva il pieno diritto di poterne usufruire non essendo previsto da alcuna norma di legge il divieto di cumulabilità delle sospensioni, né a tale cumulo osta alcuna altra ragione di opportunità essendo diverse le rationes sulle quali dette previsioni sono fondate”.
Difatti, il termine di 90 giorni si fonda sulla necessità di dare al contribuente un ragionevole lasso di tempo per valutare la convenienza o meno di aderire al concordato tributario dopo avere esaminato il carattere di decisività degli elementi posti a base dell'accertamento mentre la sospensione feriale di cui alla L. n.742 del 1969 è ispirata all'irrinunciabilità del diritto alle ferie.
Corte di Cassazione n.2682 del 04.02.2011

Nessun commento: