E' sempre il principio di competenza che regola la deducibilità dei costi nel reddito d'impresa

Le regole sull’imputazione temporale dei componenti negativi sono inderogabili, non essendo consentito ai contribuenti di scegliere di effettuare l'imputazione di un costo in un esercizio diverso da quello individuato dalla legge come esercizio di competenza, così da alterare il risultato della dichiarazione.
Tale principio è espresso nella sentenza n. 2213 della Corte di Cassazione depositata il 31 gennaio 2011.
La sentenza in oggetto conferma il principio generale che regola la determinazione del reddito d'impresa, ossia quello di competenza economica, in base al quale, per ogni periodo d'imposta, vanno individuati tutti gli elementi positivi e negativi di reddito riferibili al periodo stesso, indipendentemente dalla manifestazione finanziaria dei fatti economici.

Corte di Cassazione, sez. trib., sentenza 31/01/ 2011, n. 2213

Nessun commento: