Dichiarazione fraudolenta – Sovrafatturazione – Punibilità – Sussiste

Il contribuente che emette fatture per un importo maggiore (sovrafatturazione) è punibile per dichiarazione fraudolenta ma non per operazioni inesistenti. Infatti in tema di reati tributari, il reato di dichiarazione fraudolenta mediante utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti (art.2 D.Lgs.10 marzo 2000 n.74) sussiste sia nell'ipotesi di inesistenza oggettiva dell'operazione (ovvero quando la stessa non sia stata mai posta in essere nella realtà), sia nell'ipotesi di inesistenza relativa (ovvero quando l'operazione vi è stata, ma per quantitativi inferiori a quelli indicati in fattura), sia, infine, nell'ipotesi di sovraffaturazione qualitativa (ovvero quando la fattura attesti la cessione di beni e/o servizi aventi un prezzo maggiore di quelli forniti), in quanto la norma penale, spiega la Corte, ha lo scopo di punire ogni tipo di divergenza tra la realtà commerciale e la sua espressione documentale.
Fonte: Cassazione n.45056 del 23.12.2010

Nessun commento: