Data di decorrenza termine per istanza di rimborso irap

La data da cui decorrono i 48 mesi previsti dall'art.38 del d.p.r. 602/73 per poter utilmente e tempestivamente richiedere il rimorso coincide con quella di presentazione della dichiarazione annuale e non con quella dei versamenti in acconto: solo con tale dichiarazione si concretizza l'effettiva misura dell'obbligazione tributaria mentre i singoli acconti hanno natura del tutto precaria, provvisoria ed ipotetica in relazione ad una obbligazione tributaria non ancora certa né determinata che sorgerà, se sorgerà, e sara definita con la successiva dichiarazione. 
Pertanto i versamenti in acconto per la loro natura, cosi come le ritenute in acconto, sono privi di individualità ed autonomia giuridica perchè semplici parti di un'imposta che si definirà, divenendone parte, in epoca successiva in sede di dichairazione. 
Conseguentemente solo con la dichiarazione annuale dei redditi, che costituisce il documento con cui viene definitavemnte concretizzata l'effettiva esistenza e misura dell'obbligazione tributaria, il contribuente è in grado di verificare l'esistenza di somme di cui ha eventualmente diritto ad ottenere il rimborso; pertanto il termine di cui all'art.38 dpr 602/73 non puo decorrere che dalla data di presentazione della dichiarazione annuale dei redditi.
Fonte: CTP Roma n.586/17/10 del 24.11.10

Nessun commento: