Indetraibile l’Iva se la fattura è stata emessa da soggetto inesistente

In tema di Iva, è indetraibile l’imposta relativa a fatture emesse da soggetti inesistenti. Nell' ipotesi di operazioni soggettivamente inesistenti, il diritto alla detrazione dell' imposta versata in rivalsa al soggetto, di-verso dal cedente/prestatore, che ha, tuttavia, emesso la fattura, non sorge immancabilmente, per il solo fatto dell' avvenuta corresponsione di imposta ivi formalmente indicata, ma richiede altresí, a dimostrazione dell' effettiva inerenza dell operazione all’attività istituzionale dell' impresa, che il committente/cessionario, il quale invochi la detrazione, fornisca, sul proprio stato soggettivo in ordine all' altruità della fatturazione, riscontri precisi, non esaurientisi nella prova dell' avvenuta consegna della merce e del pagamento della stessa nonché dell' IVA riportata sulla fattura emessa dal terzo, trattandosi di circostanze non decisive, rispetto ai thema probandum, in rapporto alle peculiarità del meccanismo dell' IVA e dei relativi, possibili, abusi.
Corte di Cassazione n.24965/2010

Nessun commento: