Confiscabilità dei beni dell’imprenditore

Sono confiscabili i beni dell’imprenditore accusato di reati tributari “nella misura del vantaggio economico ottenuto”. L’estensione della applicazione della confisca per equivalente a reati, quali quelli tributari, nei quali non sussiste il prezzo del reato, deve essere, pertanto necessariamente intesa quale rinvio alle disposizioni del secondo comma dell’art. 322 ter c.p. con la conseguente confiscabilità per equivalente del vantaggio economico che l’autore ha tratto dal reato tributario.
Corte di Cassazione n.42462 del 30.11.2010

Nessun commento: