Uso di auto e pc non sufficienti per assoggettare il commercialista all’Irap

La Corte di Cassazione, con la sentenza 24114 del 26 novembre 2010, ha stabilito che non è assoggettabile ad irap il professionista esercitante l'attività utilizzando soltanto un computer ed un'autovettura. Tali beni sono da ritenersi il minimo indispensabile per lo svolgimento dell'attività professionale in assenza di personale dipendente o di collaboratori.
I Giudici di Legittimità, nello specifico caso, hanno accolto le richieste del contribuente, ribaltando le conclusioni della Commissione Tributaria Regionale che, invece, riteneva sussistere le condizioni per la presenza di un’attività organizzata.

Nessun commento: