Solo sugli interessi delle somme effettivamente percepite dal contribuente scatta l'imponibile.

Scatta il prelievo fiscale sugli interessi che maturano sulle somme investite dal contribuente solo quando li percepisce “effettivamente”. Infatti, in tema di determinazione di reddito di capitale il chiaro tenore letterale della norma di cui all’articolo 42 del d.p.r. 917 del 1986, indice a ritenere che con essa si sia voluto stabilire che gli interessi possono entrare a far parte del reddito imponibile soltanto se messi nella disponibilità concreta ed effettiva del creditore. Occorre cioé che costui li abbia materialmente incamerati o ne abbia disposto o, comunque, sia stato messo nelle condizioni di farlo a suo piacimento, senza che al riguardo potesse ritenersi irrilevante.
Cassazione n.22980 del 12.11.2010

Nessun commento: