La cartella di pagamento è illegittima se manca l'indicazione della data.

Con la pronuncia n. 22997 del 12.11.2010 la Corte di Cassazione ha stabilito l'obbligo di indicazione, nella cartella di pagamento, della data in cui sono stati consegnati i ruoli al concessionario della riscossione. Tale omissione, infatti, determina l'illegittimità dell'atto in quanto non consente al contribuente di verificare il preciso ammontare degli interessi liquidati. 
Difatti, l’art. 12 del d.p.r. 602/73 dispone che nella cartella di pagamento deve essere indicata la “data in cui il ruolo diviene esecutivo”, oltre al riferimento al precedente atto di accertamento ovvero alla motivazione della pretesa. 
Cassazione n.22997 del 12.11.2010

Nessun commento: