Nullità della cartella notificata a mezzo posta direttamente dall'Agente della riscossione. CTP Foggia n.348 del 29.09.2010

Nuova pronuncia di merito sulle modalità e forme della notificazione degli atti a cura dell'Agente della riscossione.
Nel caso di specie il contribuente aveva eccepito la irregolare ed assoluta inesistenza della notifica a mezzo posta della cartella di pagamento poichè la stessa, effettuata direttamente dall'agente per la riscossione, non rispetta i dettami sanciti dall'art.26 co.1 del D.P.R. 602/73.
Anche in questo caso, la notifica era stata posta in essere direttamente dall'agente e non dal soggetto abilitato indicato per legge, ovvero l'ufficiale giudiziario o il messo speciale dell'agente della riscossione.
In contrasto con quanto sostenuto in giudizio dall soggetto abilitato alla riscossione, la Commissione Tributaria Provinciale di Foggia, con la sentenza n.348 del 29.09.2010, ha  ribadito che la possibilità di procedere direttamente alla notifica è riservata soltanto agli uffici finanziari, secondo quanto previsto dall'art.14 della L.890/92 e quindi con esclusione degli agenti della riscossione.
Il Collegio pugliese ha inoltre affermato che è ammessa la notifica a mezzo di lettera raccomandata ma sempre per il tramite di uno dei soggetti previsti ex lege.
Pertanto, la notifica avvenuta in contrasto con quanto disposto dalle norme sopra richiamate deve intendersi  giuridicamente inesistente.
CTP Foggia n.348 del 29.09.2010
Dello stesso tenore:
CTP Milano,sentenza n. 264 del 19.07.2010; 
CTP Lecce, sentenza n. 909/5/09 del 23.10.2009; 
CTP Genova, sentenza n. 125 del 12.06.2008.

Nessun commento: